LogoNE
  • 1
  • 8
  • 3
  • 4
  • 5
  • 7
  • 6
  • 2
images/ImmaginiArticoli/santamarta.jpg

Raccogliamo in questa sezione le omelie - nelle sintesi de L'Osservatore Romano e di Radio Vaticana - pronunciate a braccio dal Santo Padre nella cappellina di Casa Santa Marta dove egli risiede e dove, quasi ogni mattina, celebra la Santa Messa assieme a vari gruppi di fedeli.

Nota della Sala Stampa Vaticana sulle omelie

La tenerezza di Dio al centro dell'omelia a Santa Marta

14La tenerezza di Dio, come tratto che lo definisce, è al centro dell’omelia del Papa di questa mattina alla Messa a Casa Santa Marta. Il tema è suggerito dalla prima Lettura presa dal Libro del profeta Isaia e dal salmo dove di Dio si dice: “… la sua tenerezza si espande su tutte le creature”. L’immagine presentata da Isaia è quella di un Dio che parla a noi come un papà col bambino, rimpicciolendo la voce per renderla il più possibile simile alla sua. E prima di tutto lo rassicura accarezzandolo: ”Non temere, Io ti vengo in aiuto”.

Leggi tutto

StampaEmail

Lasciarsi consolare dal Signore, no a lamentele e rancori

11Lasciarsi consolare dal Signore e non preferire lamentele e rancori. E’ il cuore dell’invito di Papa Francesco rivolto stamani durante la Messa a Casa Santa Marta. Il Papa riflette sulla Prima Lettura tratta dal profeta Isaia (Is 35,1-10) nella quale il Signore promette al suo popolo consolazione. “Il Signore è venuto a consolarci”, ribadisce il Papa. Lo stesso Sant’Ignazio “ci dice che è buono contemplare l’ufficio di consolatore di Cristo” paragonandolo al modo in cui alcuni amici consolano gli altri.  E, poi, basti pensare alla mattina della Risurrezione nel Vangelo di Luca quando Gesù appare agli apostoli ed era tanta la gioia che non potevano credere. “Tante volte la consolazione del Signore ci sembra una meraviglia”, afferma Francesco. 

Leggi tutto

StampaEmail

Le nostre chiese siano chiese di servizio, non supermercati

24Vigilanza, servizio, gratuità: sono le tre parole che Papa Francesco sottolinea nell’omelia alla messa mattutina a Casa santa Marta di oggi. Lo fa commentando le due letture della Liturgia: la prima dal Libro dei Maccabei, la seconda dal Vangelo secondo Luca, il cui tema comune è la purificazione del tempio. Come Giuda e i suoi fratelli riconsacrarono il tempio profanato dai pagani, così Gesù scaccia i mercanti dalla casa del Signore, trasformata in un covo di ladri.

Leggi tutto

StampaEmail

Colonizzazioni ideologiche bestemmia contro Dio creatore

21La colonizzazione culturale e ideologica non tollera le differenze e rende tutto uguale finendo per perseguitare anche i credenti. Lo sottolinea Papa Francesco nell’omelia della Messa mattutina a Casa Santa Marta, stamani tutta incentrata sul martirio di Eleazaro, narrato nel libro dei Maccabei e proposto dalla Prima Lettura (Maccabei 6,18-31)

Leggi tutto

StampaEmail

Il regno di Dio lo fa crescere lo Spirito Santo, non i piani pastorali

16Il regno di Dio non è uno spettacolo, né "un carnevale", “non ama la pubblicità”: è lo Spirito Santo a farlo crescere, non “i piani pastorali”. Lo ricorda Papa Francesco stamani alla Messa a Casa Santa Marta commentando il Vangelo odierno (Lc 17,20-25). Tutta l’omelia si dipana, infatti, a partire dalla domanda che i farisei rivolgono a Gesù: “quando verrà il regno di Dio?”. 

Leggi tutto

StampaEmail

Avere il fiuto per non cadere nelle cordate della corruzione

10Una storia di corruzione quotidiana. E’ quanto narra l’odierno Vangelo di Luca, attraverso la figura dell’amministratore che sperpera gli averi del padrone e che, una volta scoperto, invece di trovare un lavoro onesto continua a rubare con la complicità di altri, ”una vera cordata di corruzione”, la definisce il Papa nell'omelia della Messa presieduta a Casa Santa Marta, riportando la riflessione ai nostri giorni:

Leggi tutto

StampaEmail

Accettiamo le umiliazioni per assomigliare a Gesù

5L’umiltà è una dote indispensabile nella vita del cristiano: lo ha sottolineato stamane il Papa nell’omelia della Messa mattutina celebrata nella cappella di Casa Santa Marta. Ispirato da un passo del profeta Isaia, Francesco ha ricordato che ogni cristiano è come “un piccolo germoglio dove si poserà lo spirito del Signore, spirito di sapienza e d’intelligenza, spirito di consiglio e di fortezza, spirito di conoscenza e timore del Signore”. “Sono i doni dello Spirito Santo, questi. Dalla piccolezza del germoglio alla pienezza dello Spirito. Questa è la promessa, questo è il Regno di Dio”. Questa è “la vita del cristiano”, ha raccomandato il Papa:

Leggi tutto

StampaEmail

Colonizzazioni ideologiche impongono sistemi educativi ai giovani

23Togliere la libertà, cancellare la memoria, indottrinare i giovani: sono i tre indicatori delle colonizzazioni culturali e ideologiche di tutti i tempi. Il Papa nell'omelia della Messa a Casa Santa Marta di oggi, torna su questo argomento ispirandosi ancora una volta alle Letture della settimana in corso, che narrano la persecuzione del re Antioco Epifane contro i Maccabei fedeli alla legge dei Padri.

Leggi tutto

StampaEmail

Pensare alla morte fa bene, sarà l'incontro col Signore

17Riflettere sulla fine del mondo e anche sulla fine di ciascuno di noi: è questo l’invito che anche oggi la Chiesa ci fa attraverso il passo odierno del Vangelo (Lc 17,26-37) che il Papa commenta alla messa di stamattina a Casa santa Marta. Il brano racconta la vita normale degli uomini e delle donne prima del diluvio universale e nei giorni di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, prendevano moglie e marito…, ma poi arriva il giorno della manifestazione del Signore e le cose cambiano.

Leggi tutto

StampaEmail

Gli scandali feriscono e uccidono cuori e speranze

13Gli scandali che feriscono i cuori e uccidono speranze e illusioni: ne ha parlato stamane Papa Francesco nell’omelia della Messa mattutina a Casa Santa Marta. “E’ inevitabile che vengano scandali”, ha ricordato il Papa, riprendendo le parole di Gesù nel Vangelo odierno, ma “guai a Colui a causa del quale vengono”. Da qui l’avvertimento ai suoi discepoli: “State attenti a voi stessi!”

Leggi tutto

StampaEmail

Purificare la Chiesa, a partire da noi stessi, per farla crescere

9“Edificare la Chiesa, custodire la Chiesa e purificare la Chiesa”. Su queste tre direttive si è sviluppata oggi la riflessione del Papa nell’omelia della Messa mattutina a Santa Marta, nel giorno della dedicazione della Cattedrale di Roma, “madre di tutte le Chiese”, un titolo che sta a significare – ha spiegato Francesco - non un “motivo di orgoglio ma di servizio e di amore”.

Leggi tutto

StampaEmail

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.