LogoNE

Chi è chiamato a evangelizzare?

chiestSiamo tutti chiamati a evangelizzare. È la domanda di Gesù alla fine del Vangelo: «Andate, e fate discepoli in tutte le nazioni». Se noi abbiamo ricevuto il battesimo, non è tanto per «garantirci» la salvezza ma per darci la missione di fare conoscere a quelli che la ignorano la Buona Novella che abbiamo ricevuto!

Il perfetto missionario è colui che si riconosce come indegno del saluto proposto da Cristo, incapace di parlarne (e chi sa precisare ciò che lo rende indegno), ma chi desidera ardentemente lodare, riverire e servire il Signore, come dice Sant’Ignazio. Altrimenti detto, chiunque può evangelizzare!

E l’evangelizzazione diretta, nella strada? Oggi, qualcuno che si pone delle domande su Dio spesso non trova nessuno a cui porle, che sia nell’ambito familiare, amicale o professionale… la strada diventa dunque la sola risorsa, si impone «naturalmente»!

La strada non è forzatamente la chiamata per tutti, ma è essenziale farne l’esperienza almeno una volta nella propria vita per rispondere alla sete dei nostri contemporanei e l’urgenza della missione. Fare questa esperienza cambia radicalmente il nostro rapporto con l’evangelizzazione nel nostro quotidiano: si tratta di una vera conversione verso ciò a cui il Signore ci chiama.

(Articolo tradotto dal francese, titolo originale: "Qui est appelé à évangéliser?" tratto dal sito del gruppo Anuncio: http://www.anuncio.fr/2013/06/qui-est-appele-a-evangeliser)

StampaEmail

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.